Menu
razze cane mini

Cani mini, ma non per carattere

Chi ha un Chihuahua lo sa, i cani più piccoli sanno come farsi valere!

Un cane di piccola taglia attira molto le famiglie con bambini, proprio a causa delle sue dimensioni: piccolo il bambino, piccolo il cane.

Tuttavia, meglio conoscere la singola razza prima di accogliere un nuovo amico in casa!

Qui di seguito, cari amici cinofili, vi presento quattro delle razze mini più famose.

Se siete interessati ad un approfondimento sul Chihuahua, ne ho già parlato qui

 
Il Bolognese

Cane di piccola taglia coperto da pelo bianco puro, lungo e morbido.

Molto serio ed in generale poco irrequieto, il Bolognese è un piccolo cane intraprendente, docile, molto attaccato al suo padrone ed a chi lo circonda.

Il Bolognese è infatti il tipico cane da compagnia.

Si affeziona così tanto alla sua famiglia da non poterne fare a meno, cercando costantemente il contatto fisico.

Con gli estranei, questo cane è inizialmente scontroso e diffidente e abbaia insistentemente alla loro vista.

Il cane Bolognese è un grande amico dei bambini, ma a patto che questi non lo importunino troppo!

Questo cagnolino non è un grande sportivo e non ama giocare in continuazione: il suo passatempo preferito è passare da una poltrona all’altra del salotto.

 
Il Maltese

Vivace, affettuoso, molto docile ed intelligente, il Maltese è un cane da compagnia di piccola taglia. È coperto da un pelo molto lungo e bianco, è molto elegante e si nota per il portamento della testa, fiero e distinto.

Questa razza di cane ha un’origine curiosa: il suo nome non significa che è originario dell’isola di Malta, perché l’aggettivo “maltese” proviene dal vocabolo semitico “màlat”, che vuol dire rifugio o porto. Questa radice semitica si trova giustamente anche in quella dell’isola di Malta. Gli antenati di questi piccoli cani vivevano nei porti del Mediterraneo, dove combattevano i topi ed i ratti, che pullulavano nei magazzini portuali e nelle stive.

Il cane Maltese è leale e intelligente, giocherellone ma ubbidiente. È bene, però, non consideralo un cane da appartamento: per evitare che soffra, lo si deve portare fuori molto spesso per farlo sfogare.

 
Il Chin

Questo cane ha un carattere giocoso e vivace. Si tratta anche della più piccola delle razze canine giapponesi il cui impiego fu, dall’inizio, orientato verso il gioco e la compagnia.

Il cane di razza Chin apprezza molto la compagnia dei bambini e gli piace fare amicizia con gli altri cani: in genere, questa è una delle poche razze di cane che accetta la presenza di altri animali nel suo territorio senza fare storie.

Una cosa a cui prestare attenzione è ciò che gli viene concesso: se lo si invita a salire sul divano una volta, quel divano diventerà automaticamente suo.

 
Il Cavalier King Charles Spaniel

Pieno di vitalità, affettuoso, non ha veramente paura di nulla. Il suo carattere amichevole e non aggressivo spiega in gran parte la sua popolarità, prima europea e poi mondiale, dalla fine degli anni 1990.

Il Cavalier King non ama stare fermo, è un giocherellone e ama divertirsi anche con altri cani, o con altri esseri umani. I cani di questa razza vengono spesso utilizzati per la pet therapy data la loro docilità, con ottimi risultati.

Uno dei problemi di salute più frequentemente riscontrato nei Cavalier King è la siringomielia: si tratta di una patologia legata al cranio che, non sufficientemente ampio, blocca il flusso del fluido cerebrospinale. A questo possono seguire paralisi e problemi cardiaci. Occhi e orecchie del Cavalier King sono molto delicati e vanno tenuti con cura, puliti spesso e controllati con regolarità.

A ognuno il suo, come si dice!

Ogni cane ha le sue particolarità, che il padrone ha il dovere di conoscere.

Il carattere, poi, può sempre migliorare!

A questo proposito, vi ricordo i miei corsi collettivi.

 

Andrea Grisi

Share This: